Sesto al Reghena,
Abbazia Benedettina
Centro di origine romana, ove i principi Longobardi edificarono l’Abbazia di Santa Maria in Silvis presso la quale, nella prima metà del sec. VIII, si stabilirono i monaci benedettini. Cị che rimane dell’antico monastero è un vero e proprio gioiello d’arte e d’architettura medievale: la Basilica con la sua corte e il ciclo di affreschi di scuola giottesca. Nella cripta pregevole bassorilievo con l’Annunciazione e sarcofago di S. Anastasia, capolavoro di arte Longobarda del sec. VIII . Sul portale dell’atrio della Chiesa stemma di Pietro Barbo, futuro Papa Paolo II°.
Da Portogruaro, S.S.251 in direzione Pordenone (10 km ca.)
Da S. Donà, S.S. 14 fino a Portogruaro, S.S.251 in direzione Pordenone (38 km ca.)
[ chiudi la scheda ]   [ alla tappa successiva ]