Concordia Sagittaria

In una laterale di via Claudia si trovano i resti di un tratto della cinta muraria costruita in epoca augustea che cingeva, con profilo irregolarmente esagonale, la cittā. Le mura sono in robusto conglomerato cementizio rivestito di mattoni sesquipedali e poggiano su palafitte. In corrispondenza del decumano settentrionale che qui passava, č ancora visibile nelle mura il varco di una delle porte della cittā, ad un solo fornice, modestamente pavimentata in mattoni.
Presso la cinta muraria, distrutta in epoca tardoantica per consentire l’ampliamento urbanistico, vi sono i resti delle terme (II-III sec. d.C.) con due sale absidate con pilastrini sotto la pavimentazione per formare l’intercapedine che garantiva il passaggio dell’aria calda. L’abside dell’ambiente maggiore mostra ancora il pilastro in mattoni che sosteneva la vasca per le abluzioni.
[chiudi la scheda]