Stra


Il nome deriva da "strata" termine latino per indicare una via lastricata con selce. La località era anticamente conosciuta col nome di Fossolovara, con cui è citata in documenti del 1028 e del 1064 e che ha conservato fino al secolo scorso. Sembra che nel 1084 i Padovani vi avessero costruita una rocca. La vecchia chiesa parrocchiale, dedicata a Santa Maria, consacrata nel 1748, è stata assurdamente demolita in questo dopoguerra.
La piazza principale è stata creata nel 1663. Il campanile è stato innalzato tra il 1877 e il 1888. Nel Sei Settecento Stra divenne un luogo tra i più ricercati e ambiti da parte di nobili e ricchi veneziani per la costruzione delle loro dimore di campagna che la resero il punto focale di tutta la Riviera. Stra è dominata dalla presenza della Villa Pisani, la più grandiosa della Riviera "vero e proprio Palazzo Ducale di Terraferma". Più che di villa si deve parlare qui di un complesso principesco, di un insieme di costruzioni, prospettive, parchi e giardini che, pur trovando nel corpo centrale l’apice dello splendore, hanno ognuno un proprio carattere, una propria bellezza.
Proseguendo sulla riva sinistra si incontra la
Villa Foscarini. Secondo il costume aristocratico, i Foscarini chiamarono illustri architetti, pittori e decoratori affidando loro il compito di creare e decorare una residenza che esprimesse l’importanza del casato, soprattutto da quando la famiglia aveva dato alla Serenissima un Capitano da Mar e un Doge.
Sulla riva destra, in località S. Pietro, si trova la settecentesca
Villa Pisani detta "La Barbariga".
  [ alla biblioteca ]